Dietoterapia Stipsi

diete contro stitichezza

Dalla sensazione di lieve “pigrizia intestinale” fino ad episodi di “stipsi ostinata”, di tratta comunque di un sintomo fastidioso e molto diffuso tra la popolazione, che spesso tende subito ad utilizzare prodotti naturali e/o farmaci lassativi per risolvere questo disagio, senza interrogarsi se vi siano errori alimentari alla base del problema.

Spesso si fa immediato ricorso ai lassativi cosiddetti “irritanti”, affidandoci inizialmente a quelli a base di erbe o potenti sali che non risolvono assolutamente il problema stipsi ed hanno solo la caratteristica di generare dipendenza ed abuso di lassativi per tutta la nostra vita.

Infatti l’illusoria sensazione di “pancia finalmente vuota” che questi lassativi generano, innesca un ciclo vizioso per cui il soggetto, non rendendosi conto che l’intestino avrà bisogno poi di tempi fisiologicamente lunghi per riempirsi nuovamente e poi svuotarsi, ricercherà una nuova evacuazione dopo 3-4 giorni ma ciò non sarà possibile.

Inizia quindi un cattivo e prolungato uso di sostanze che sembrano risolvere il problema ma, a loro volta, lo creano e lo aggravano, non solo per la potenzialità irritativa sulla mucosa intestinale, ma soprattutto per l’irritazione psicologica che si crea in ogni giorno in cui non si sia ottenuta la “tanto attesa evacuazione”!

Occorre naturalmente far diagnosi ed escludere la presenza di malattie che siano all’origine della nostra stipsi. Risolto il quesito diagnostico con l’esclusione di patologie a carico del tratto digerente, il primo aspetto da ponderare è l’assunzione di sufficiente quantità di acqua, nella nostra giornata alimentare, in quanto una scarsa introduzione di acqua non consente di “attivare le fibre presenti nella nostra alimentazione”.

Un secondo aspetto chiave, come appena ora accennato, è assicurare la corretta presenza di fibre alimentari nella nostra dieta giornaliera ed in particolare di fibre alimentari insolubili. Proprio la contemporanea presenza di fibre alimentari insolubili e di acqua può normalizzare il transito intestinale e risolvere una buona quantità di stipsi che magari perduravano da tempo, facendoci dimenticare totalmente la dipendenza dai farmaci lassativi.

Importante è dunque poterci affidare allo Specialista in Scienza dell’Alimentazione per poter conoscere e correttamente abbinare i cibi integrali, la frutta, le verdure, i legumi, apportatori di fibre alimentari e valutare con lui il quantitativo ottimale di acqua da assumere nel corso della nostra intera giornata alimentare, per riuscire a sconfiggere definitivamente la stipsi con le buone abitudini alimentari quotidiane.

Share by: